Tag

, , , , , ,

Il Movimento per la Decrescita Felice e il circolo MDF Roma organizzano a Roma per il 16 giugno alla Camera dei Deputati (via Campo Marzio 74, aula dei gruppi parlamentari), dalle ore 9.00 alle ore 18.00, la “Conferenza Nazionale Decrescita, Occupazione e Lavoro: utilizzare i giacimenti di energia e di materia che si sprecano per creare occupazione utile senza accrescere il debito pubblico”.

Si tratta di una serie di incontri tematici nella sede parlamentare. Dopo quello dedicato alla salute è ora la volta del lavoro. Un tema molto delicato per i sostenitori della decrescita, spesso (e ingiustamente a mio avviso) accusati di essere insensibili alle dinamiche occupazionali. Dinamiche che in questa congiuntura particolarmente sfavorevole diventano essenziali per la tenuta sociale e per la crescita lavorativa in particolare delle nuove generazioni.

Conferenza Decrescita occupazione lavoro 16.06.14

Diretta streaming su www.decrescitafelice.it

Ingresso previo accreditamento entro l’11 giugno iscrivendosi all’apposito form

Come spesso accade, tuttavia, le accuse trovano la loro base sull’ignoranza dei contenuti delle proposte avanzate. Io stesso, lettore di Serge Latouche e di Bonaiuti, mi ero formato un’opinione del tipo “interessante ma non ora”. Invece poi, le chiacchierate e un dibattito promosso proprio nella mia Università con Maurizio Pallante (vedi il post Voce ai giovani: CORO 201 e il post Decrescita, quella (ancora) sconosciuta), mi hanno indotto a meglio definire la mia posizione.

Non posso dire di sposare appieno il modello promosso dal Movimento della Decrescita Felice, ma certamente le loro proposte, soprattutto in tema di consumo intelligente e di riqualificazione del lavoro, appaiono in gran parte fondate e meritevoli di approfondimento. Ecco perché ho deciso di accettare l’invito ad intervenie all’evento del 16 giugno, non solo per fornire un contributo a questo tema, visto dal lato dell’occupazione giovanile, ma per ascoltare e imparare da coloro che prima ancora che la teoria, hanno iniziato la pratica della decrescita. Anche solo per questo, meritano la massima attenzione di tutti noi.

Quando e se saranno disponibili le prime evidenze empiriche (confesso che ci sto lavorando anche io), sono sicuro che non solo la comunità scientifica, ma anche la classe politica comincerà a dedicare a questo tema l’attenzione che merita.

Per maggiori informazioni e per il programma dell’evento clicca qui

Annunci