Tag

, , ,

Krugman sulla scongiurata Crisi Greca e uno sguardo di ottimismo verso una soluzione che sia veramente nell’interesse dell’Europa tutta, che non è composta solo da finanzieri , ma anche e soprattutto da cittadini e imprese. Vedi anche mio precedente post: https://lucianomonti.wordpress.com/2015/02/23/il-rischio-greco-per-litalia-e-la-spagna-e-quattro-mesi-di-confronto/ e anche: https://lucianomonti.wordpress.com/2015/02/02/crisi-greca-lunica-certezza/.

Per il testo originale dell’accordo siglato dalla Grecia con l’Eurogruppo vedi qui:

Eurogroup statement on Greece

Keynes blog

paul-krugman-demotivationalNulla di ciò che è successo giustifica la pervasiva retorica del fallimento – spiega il premio Nobel Paul Krugman – in realtà, la mia sensazione è che stiamo vedendo una diabolica alleanza qui tra gli scrittori di sinistra con aspettative irrealistiche e la stampa economica, che ama la storia della debacle greca perché è quello che dovrebbe accadere a debitori arroganti. Ma non c’è una debacle. Nel frattempo – conclude Krugman – la prima vera rivolta del debitore contro l’austerità ha avuto un risultato decente, anche se nessuno ci crede.

di Paul Krugman dal New York Times del 27 febbraio 2015

View original post 902 altre parole