Tag

,

Voglio ricordare Umberto Eco con le ultime parole di uno dei suoi capolavori, Baudolino, pubblicato nel novembre del 2000 e da me letto a cavallo tra luglio e agosto dell’anno successivo:

“Era una bella storia. Peccato che nessuno la venga a sapere”

“Non crederti l’unico autore di storie a questo mondo. Prima o poi qualcuno, più bugiardo di Baudolino, la racconterà”

image_book

Eco mi ha insegnato che non esistono storie vere o false, ma grandi storie e storielle. Lui, tra i tanti autori di questo tempo, intenti a “produrre” più libri di lettori, è tra i pochissimi che ha scritto grandi storie. Onore al Maestro.

Annunci